Progetti

Il progetto SIPAC (Soluzioni Innovative per la P.A. ed il Cittadino)

Negli anni Poste Italiane ha sviluppato un ruolo di mediazione tra istituzioni e cittadini: ciò l’ha portata a investire nel progetto SIPAC, nato per semplificare i servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni e renderli accessibili anche da Web, riducendo tempi e costi dell’intera struttura. Il progetto prevede la costruzione di una piattaforma di servizi e-Government (anche detta SOA - Service Oriented Architecture) che sarà attivata su più canali (Web, Mobile, Chioschi Multimediali, Sportelli UP).
I destinatari del SIPAC sono:

  • Pubbliche Amministrazioni centrali e locali;
  • aziende ed enti pubblici e privati che hanno l’esigenza si notificare atti e snellire le loro procedure operative;
  • cittadini; che sono gli utilizzatori primari della piattaforma e-GOV.

La creazione da parte di Poste Italiane del servizio “Sportello Amico” aveva già reso evidente l’importanza di investire in un sistema informativo capace di gestire in modo più lineare gli svariati servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni.
Per dimostrare l’efficienza della nuova piattaforma saranno messi a punto due servizi dimostrativi:

  • • SIN Re.S. (Recupero Spese), che darà ai cittadini la possibilità di presentare un ricorso alle multe notificate, e alle PA un servizio di supporto nel recupero crediti delle sanzioni rimaste impagate;
  • • SIN Si.S. (Sicurezza Stradale), che sarà in grado di dare informazioni su effrazioni al Codice della Strada e su incidenti stradali, e che permetterà ai cittadini di segnalare a loro volta situazioni in grado di compromettere la sicurezza stradale (code per il traffico, danni alla carreggiata, ecc.).

Gli obiettivi presentati nel progetto sono i seguenti:

  • • analisi, progettazione e sviluppo di SIN Re.S e SIN Si.S.;
  • • analisi, progettazione e sviluppo della piattaforma e-GOV, a partire da un esame dettagliato dello stato attuale dell’e-Governmentin Italia e in Europa, nonché delle norme previste nel Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) in materia di documentazione e identità digitali;
  • • sperimentazione dei servizi creati